Nel ricamo esistono diversi tipi di punti che ci permettono di eseguire una serie di lavorazioni diverse e meravigliose. Fra tutti i punti uno abbastanza semplice da seguire, ma non spesso utilizzato è quello del Punto a Nodini che si esegue necessariamente con tre fili di Moulinè. Ecco come eseguirlo.

Il punto a nodini si vedrà come una serie di pallini del colore che preferite. Per eseguirlo prendete il filo e fissate (come sapete fare e nel modo che preferite) il filo al tessuto in modo che il lavoro non vi possa scappare. La particolarità di questo tipo di Punto è che si deve avvolgere il filo attorno all’ago prima di inserirlo all’interno della stoffa. L’operazione sarà abbastanza semplice ma delicata.

Dunque prendete il filo tra indice e pollice e avvolgete attorno all’ago il filo per due o tre volte (a seconda di quanto volete che vi risulteranno gonfi i pallini del lavoro finito). Avvolto il filo puntate l’ago a circa due fili di distanza, tenendo fermi con l’unghia del pollice sinistro i fili avvolti in modo che non si possano spostare, successivamente tirate l’ago in modo da farlo uscire dai fili avvolti.

La difficoltà è quella di riuscire a fare uscire l’ago dai nodini senza che questi si sciolgano o che si intreccino, anche perchè i nodini devono necessariamente essere stretti in modo che all’uscita dell’ago il lavoro possa rimanere così fissato. Fatto ciò passate l’ago dalla parte di sopra del lavoro e ripetete l’operazione per quanti nodini volete fare. Per le prime volte scegliete colori chiari che possono aiutarvi a distinguere bene i fili.