L’arte del ricamo è molto antica e il mestiere della ricamatrice una volta era molto apprezzato perchè non tutte le donne ne erano capaci. Oggi sapere ricamare è una capacità che sta scomparendo, ma la mia guida ti insegnerà un punto molto facile per rifinire gli orli di piccoli lavori di cucito.

Il punto smerlo è un punto di rifinitura o bordatura e si impiega anche nella tecnica dell’intaglio.
Risulta essere ideale per abbellire e sagomare i bordi di copertine di lino, lenzuoloni e asciugamani.
Risulta essere indicato specialmente per i tessuti sottili come appunto lino o cotone.
La prima cosa da fare è realizzare il disegno a matita sul tessuto, se si tratta di una copertina farai dei piccoli archetti su tre lati con agli angoli un cerchio aperto.

Con il filo di cotone per cucire fai un’imbastitura.
L’imbastitura è il punto più semplice che esiste che consiste nel passare l’ago da sopra a sotto la stoffa formando dei trattini molto vicini.
Una volta imbastito tutti i tre lati torna indietro seguendo lo stesso disegno e altenando i trattini a quelli già cuciti.

Quando sarai arrivata alla fine dal disegno devi iniziare lo smerlo.
Lo smerlo è un punto che forma una sorta di cordone sopra alla linea che hai fatto con il filo da cucito formato da tanti nodini molto molto vicini e ora vado a spiegarti come farlo.
Come tanti lavori artigianali, la prima volta potrebbe non riuscirti bene ma con la pratica farai sempre meglio.

Infila l’ago nella stoffa dal diritto a circa mezzo centimetro dalla linea e risali poco più sotto della linea cucita.
Nel risalire infila l’ago all’interno dell’occhiello che si è venuto a formare e tira per chiudere il nodo.
Il punto deve essere perpendicolare alla linea.
Tenendo tirato il filo verso il basso punta l’ago vicinissimo al punto precedente e risali ugualmente vicino al nodino già fatto.
Devi lavorare in modo che tra un punto e l’altro non si veda la stoffa.