L’impasto tradizionalmente adottato per la pasta fatta in casa è in genere quello all’uovo. La sua composizione può variare secondo il tipo di pasta che si desidera realizzare, da tagliare, da farcire o ripiena. Provate questa ricetta è davvero speciale.

Occorrente
300g di farina
3 uova
Olio
1 aragosta
1 bicchiere di latte
2 cucchiai di farina
300g di panna
3 cucchiai di burro
Poca cipolla
Erbe aromatiche
Poco marsala
Un dado
Sale e pepe

Iniziamo la ricetta legando l’aragosta e gettatela nell’acqua bollente salata, con il mazzetto degli odori, fatela cuocere per circa un ora. Fatela cuocere per una ventina di minuti e poi raffreddatela. Appena fredda tagliatela lungo la corazza, recuperate la polpa e tritatela. Tritate poi la cipolla e rosolatela nel burro, unite l’aragosta il sale e il pepe.

Proseguiamo questa ricetta preparando una pasta, liscia e soda, amalgamando la farina, tre uova sbattute con un pizzico di sale e qualche cucchiaiata d’acqua fredda. Manipolatela a lungo, avvolgetela quando avrete ottenuto una palla, chiudetela dentro un tovagliolo e mettetela a riposo per circa un’ora prima di passare alla stesura.

Spianate la pasta in due sfoglie e adagiatevi su di una l’impasto a cucchiaini, e ripiegate con l’altra sfoglia e cercate di togliere tutta l’aria premendo forte. Ultimate la preparazione dei ravioli, lessateli in acqua abbondante e bollente salata. Una volta cotti scolateli, condite ciascuna porzione con il burro soffritto, nel quale avrete aggiunto le foglie di salvia. Cospargete di parmigiano grattugiato e servite.