La calamarata è un primo piatto partenopeo tradizionale e davvero appettitoso. Chiaramente a base di pesce fresco, in questo caso di calamari che si fondono al formata di pasta tipico.

Il sugo della calamarata è una goduria, un’esplosione di sapore cento per cento mediterraneo. Scopriamo allora come si prepara la calamarata con la ricetta facile e sfiziosa.

Gli ingredienti per 4 persone
500 g di pasta calamarata
700 g di calamari freschissimi
peperoncino fresco
uno spicchio d’aglio
un mazzetto di prezzemolo fresco
sale
una decina di pomodori pachino
mezzo bicchiere di vino bianco secco
concentrato di pomodoro
olio extravergine di oliva

La preparazione della ricetta
Pulite per bene i calamari sotto il getto di acqua corrente. Taglieteli ad anelli fini. Prendete una casseruola antiaderente e versatevi due cucchiai di olio d’oliva. Tritate aglio, peperoncino e prezzemolo e lasciatelo soffriggere dolcemente. Aggiungete i calamari a rondelle, lasciate rosolare per qualche minuto. Sfumate con il vino bianco.

Aggiungete i pomodorini lavati e tagliati a dadini. Aggiungete anche il concentrato di pomodoro e lasciate in cottura per circa dieci minuti, mescolando. Regolate di sale e pepe a piacere. Lessate la pasta e scolatela al dente.

Aggiungetela al sugo, spegnete e lasciate intiepidire. Prendete ora una pirofila da forno. Prendete anche la carta forno e tagliatela in 4 rettangoli, versatevi dentro la pasta e il sugo di pesce e chiudete a forma di caramella. Infornate per 15 minuti a 180 gradi. Servite ben caldo in tavola.