La Svezia è sicuramente nella tra le mete più visitate. Merito del verde acceso dei suoi paesaggi e del profondo blu del cielo, ma anche della civiltà e grande cortesia di questo popolo, nonché del suo amore per la natura e per tutto ciò che è ecologicamente corretto.

Cosa fare. Visitare lo spettacolare museo Vasamuseet (a Stoccolma), costruito appositamente per custodire il Vasa, la nave reale commissionata dal ‘re guerriero’ Gustavo Adolfo II nel 1628, vero capolavoro dell’ingegneria navale. Passare un giorno da Sami, ovvero secondo gli antichi usi e costumi lapponi. Accade a Jokkmokk, ogni anno dal 1605, dal 6 all’8 febbraio: mostre di artigianato, con i coloratissimi e caldissimi tessuti blu; corse con le alci e i joik, i caratteristici cani lapponi. Infine, di sera, megabanchetti a base di carne di alce e grappe varie.

Visitare l’Icehotel, l’unico albergo esistente al mondo costruito interamente di ghiaccio. Naturalmente in inverno. Praticare il naturismo se siete interessati. In Svezia è assai diffuso e ben organizzato, nei campeggi sia lungo le spiagge che sui laghi. Visitare il villaggio dedicato a Pippi Calzelunghe (a Stoccolma), il popolarissimo personaggio dai capelli color carota creato da Astrid Lindgren nel 1945.

Sorvolare Stoccolma a bordo di una mongolfiera: se volete dare un tocco di originalità alla vostra vacanza, esiste la possibilità di noleggiare una mongolfiera con autista. Cosa non fare. Se affittate un’auto dare poca importanza ai cartelli che segnalano la presenza di animali sulle strade. Incidenti con renne o alci sono frequenti e se il povero animale ci rimette la vita pure per voi non sono rose e fiori. Anche perché avrete sempre torto (persino se l’animale è sbucato all’improvviso) e dovrete risarcire il proprietario, oltre che pagare i danni alla macchina.